Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someoneShare on Facebook
Read on Mobile

Gucci, sfilata sorprendente

gucci

Organizzata in una settimana, con mille dubbi di una vigilia tesa, di cambiamenti importanti. Per la sfilata di Milano di Gucci non c’erano opzioni ideali: o andavano in passerella gli abiti di Frida Giannini senza di lei, già uscita dalla maison, o si realizzava una collezione in cinque giorni. Gucci ha scelto la seconda opzione, rottamando quella dell’ex direttore creativo e mostrando al mondo il lavoro dell’ufficio stile con un’uscita finale emozionata.
Modelle vestite da uomo e modelli in blusa femminile: ecco la moda dei finti uomini. Oltre lo stile senza genere.
E’ ovvio, il cliente tipo non avrà mai la struttura efebica del modello taglio 44 con vita femminile, ma è stato piacevole vedere come Alessandro Michele, stilista responsabile di questo lavoro e rotabile successore della Giannini, abbia fatto scelte chiare.
Tra poco più di un mese si attende la sfilata della donna. Chissà con quali sorpese.

5